di Vittorio The Figurehead Guerrazzi

 

Liberty, aria nuova, vento di primavera… queste sensazioni mi porterebbero dritte dritte al ‘Belle Epoque’ Champagne Brut di Perrier-Jouët, che con il suo corollario di fiori di primavera, zagara ed agrumi, frutta esotica e cremosità pasticcera racconterebbe idealmente ed accompagnerebbe i passi nelle sale della mostra.
Ma volendo rimanere in ambiti locali, laddove lo stridere con la scompaginata urbe circostante tende a grattare come ingranaggi mal oliati, preferisco pensare al DUBL S Dosaggio Zero dei Feudi di San Gregorio, spumante metodo classico con 36 mesi di sosta sui lieviti.
Il Greco di Tufo che troviamo nella bottiglia non ha la stessa eleganza dello Chardonnay né la personalità del Pinot Noir, ma ha cazzimma* e pelo sullo stomaco, così che in bocca deflagri con l’impeto di un balcone sbattuto dal vento. Secco e diretto, teso ed affilato, in cui la prepotenza agrumata tende a stemperarsi su un finale iodato e di pietra focaia, il tutto avvolto da stridenti, dolci speziature.

*Volete sapere cos’è la cazzimma?
Non ve lo dico!
Questa è cazzimma

 

Questo vino ce lo beviamo su….

Napoli Liberty. N’aria ‘e primmavera